“Carfagna? Un grazioso automa che risponde ai comandi. “

Sul
tema “Berlusconi e le donne” interviene un ex berlusconiano di ferro,
Paolo Guzzanti, inventore del termine “mignottocrazia” coniato in
occasione di un suo scontro clamoroso con la ministra Carfagna. Ecco
quello che dice il senatore:

 

“Lasciamo stare l’aspetto pecoreccio, ma siamo in presenza di un
capo di governo che è circondato da pettegolezzi a sfondo sessuale. E
questo è un danno per il Paese. Non faccio processi sommari, ma
Berlusconi ha fatto della sua sessualità un evento politico e su
questo, dicono anche alcuni del suo partito, prima o poi potrebbe
inciampare”.

In che senso?

“Una persona con le sue responsabilità che si trova continuamente in situazioni del genere potrebbe diventare ricattabile”

Berlusconi e le donne, lui dice di amarle..

“Berlusconi in realtà odia le donne. Quando ero nel partito
assistevo a questo disgustoso spettacolo del premier che intratteneva
le parlamentari con battute da ragazzino di terza media. Circondato
dalle risatine delle deputate più giovani…”

Veronica Lario si è esposta pubblicamente come nel 2007, e sempre per una questione di donne giovani e belle.

“Veronica non ne può più ma sembra inchiodata dalla responsabilità e
dai figli. Se parla però è perché è persona informata dei fatti..

” I sondaggi, però, danno Berlusconi in ascesa…

“Si sa che certi atteggiamenti all’italiano piacciono, anche il Duce
passava per essere un gran donnaiolo e mi sa che il 90% del popolo
italiano troverà questa storia divertente”.

Il premier rivendica la sua modernità nel fare politica. Volto nuovi e addio a vecchie liturgie.

“Basta vedere il congresso del Pdl. La prima fila era composta da
ragazzi e ragazze carini e tutti uguali. Si tratta di una scelta quasi
antropologica che però c’entra poco con la modernità della politica.
Presente il modello Carfagna? Ecco, un grazioso automa che risponde ai
comandi. Riuscendo, va detto, persino a definire Proust “importante”…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...