Fantasia al potere? Si, ma sessuale.. ( Berlusconi e il Partito della Gnocca)

Da letteronze a eurodeputate?

Dai divani del Grande fratello agli scranni di Strasburgo?

Dai teatri di posa delle soap al teatrino della politica?

Questo è il percorso che si profila per un gruppo di giovani donne di bella presenza.

Grazie alla “fantasia al potere” ( ma sarebbe meglio dire “potere alle fantasie” , sessuali ovviamente) del nostro premier.

Ma a destra non tutti sono d’accordo.
Ecco cosa scrive Sofia Ventura sul periodico on line della Fondazione Farefuturo presieduta da Gianfranco Fini.

“Il fenomeno del ‘velinismo’ in politica, ancorché
circoscritto, non aiuta certo a modernizzare una cultura ancora in
parte diffidente verso il ruolo delle donne in politica e a promuovere
la pari dignità dei sessi in ogni ambito della vita pubblica, piuttosto
rilancia uno stereotipo femminile mortificante, accuratamente coltivato
dalla nostra televisione (che è, a questo proposito, un unicum nel
contesto europeo-occidentale) e drammaticamente diseducativo per le
nuove generazioni”

Ed ecco la  critica  contro il rinnovamento chiesto in persona da Berlusconi:

“Assistiamo ad una dirigenza di partito che fa uso dei
bei volti e dei bei corpi di persone che con la politica non hanno
molto a che fare, allo scopo di  proiettare una (falsa) immagine di
freschezza e rinnovamento. Questo uso strumentale del corpo femminile,
al quale naturalmente le protagoniste si prestano con estrema
disinvoltura, denota uno scarso rispetto da un lato per quanti, uomini
e donne, hanno conquistato uno spazio con le proprie capacità e il
proprio lavoro, dall’altro per le istituzioni e per la sovranità
popolare che le legittima”
.

Dura anche la critica contro l’uso delle donne che per la fondazione di Fini

“non sono gingilli da utilizzare come specchietti per le
allodole, non sono nemmeno fragili esserini bisognosi di protezione e
promozione da parte di generosi e paterni signori maschi; le donne
sono, banalmente, persone. Vorremmo che chi ha importanti
responsabilità politiche qualche volta lo ricordasse”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in surrealismo berlusconiano. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...