Proteste giovanili: attento, Silvio, le polveriere saltano in aria!

Le
proteste studentesche di questi giorni fanno venire un brivido sulla
schiena a coloro che temono che si inneschi un nuovo ‘68.

Non so che evoluzione potrà avere il fermento di questi giorni.

E’
ancora presto per dire se avremo un autunno caldo oppure se quanti non
condividono il nuovo corso delle cose si lasceranno prendere dalla
rassegnazione e dalla depressione.

Certo è che sono sempre di più le persone che hanno buoni motivi per essere incazzate.

Certo è anche che sempre di più sono le persone che non hanno nulla da perdere.

A
forza di esaltarsi sniffando sondaggi che lo acclamano, il premier sta
completamente perdendo il polso della parte più debole del paese.

Quella che in campagna elettorale ha promesso di tutelare e che oggi vistosamente ignora.

Ogni
giorno ci parla di azioni da comprare e tenere nel cassetto, di banche
da ricapitalizzre, di sostegno da dare alla grande o alla piccola e
media industria.

Mai una parola per quelli che perdono il
lavoro a cinquant’anni, per quelli che non sanno come pagare il mutuo,
per quelli che mantengono ancora i figli ultratratrentenni, per i
precari, per quelli che sono costretti a frequentare le mense della
Caritas.

Si può governare avendo il 60% dei favorevoli e il 40% dei contrari? Certo, basta avere la metà più uno dei consensi, lo sanno tutti.

Ma si può governare solo occupandosi del 60% del paese?

No, no e poi no.

E’ un suicidio dal punto di vista politico perchè le polveriere saltano in aria proprio quando c’è troppa gente in giro che non ha nulla da perdere. Ed è un suicidio anche dal punto di vista economico perchè
un così diffuso stato di disagio impedisce il rilancio dei consumi e
finirà per mettere fuori combattimento proprio quei piccoli, medi e
grossi imprenditori che sono l’elettorato del cavaliere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Proteste giovanili: attento, Silvio, le polveriere saltano in aria!

  1. Valentina ha detto:

    speriamo che le proteste facciano cadere il governo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...