Gelmini: quando il “lassismo” del Sud le faceva comodo

Gianantonio Stella con la consueta arguzia scopre  oggi sul Corriere gli altarini della neoministra Gelmini.

Di che si tratta? Rimandando all’ottimo articolo di Stella,  riassumo qui la vicenda in poche righe.

Anni fa la giovane Gelmini, oggi, giustamente, sostenitrice del merito, aveva il problema di passare l’esame di avvocato.

A Brescia, dove avrebbe dovuto farlo, venivano regolarmente bocciati
2 candidati su 3.

A Catanzaro invece “passava” il 94% degli iscritti.

Cosa scelse di fare la neoministra, oggi, giustamente, avversaria del lassismo ( soprattutto dei professori del Sud) ?

Ma andò a Catanzaro, naturalmente! C’è da chiederlo?

Sorge adesso una domanda spontanea, anche se un po’ maliziosa.

Che è questa: per diventare ministro la signora Gelmini, quale strada ha percorso?La via maestra del merito o le scorciatoie all’italiana, che oggi dal suo nuovo pulpito mostra di disprezzare?

Originale ne
L’INTELLIGENZA DEGLI ELETTRICISTI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...