Il merito e l’appartenenza

( la coppa e la coppola : criteri di selezione nel ventunesimo secolo)            

Lettera di istruzioni ad un politico distratto 
Caro Totò
              ho seguito ieri sera Anno Zero e mi è sembrato di capire il tuo imbarazzo.

Sei nato e vivi in Sicilia, sei di indole affettuosa e fai il politico, conosci tanta gente.

Da questo discende il tuo problema: pare ti sia difficile distinguere un mafioso da una persona per bene.

Lo so, è un grosso problema.

Ti consiglio però, se permetti, un sistema molto semplice.

Una persona per bene, quando deve decidere a chi affidare un incarico, si chiede se il candidato che ha di fronte è meritevole.


Chi non è per bene si preoccupa solo dell’appartenenza di quel candidato.

Si tratti di un medico da nominare direttore di una ASL, di un imprenditore cui affidare un appalto di opere pubbliche, quello che ti sentirai dire dalla persona non per bene è “Scegli Tizio, è uno dei nostri”.

Tu mi dirai: “Ma molti di quelli che non sono per bene, mica sono per questo mafiosi!”.

Verissimo.

Tuttavia TUTTI quelli che sono mafiosi, per definizione, NON sono per bene.

Se proprio vuoi essere sicuro che non ti accadano più antipatici infortuni, comincia a scansare in blocco tutte le persone non per bene.

A quel punto sarai abbastanza sicuro di scansare tutti i mafiosi.

So già quello che pensi: che sono un moralista.

Ti sbagli, qui siamo alla legittima difesa.

Faccio parte di una folla di milioni di persone che si sono rotte le scatole di vedere gli immeritevoli farsi strada.

Continuo a dire ai miei figli:

Studiate, impegnatevi nel lavoro e vi farete strada

Peccato che sia sempre più difficile crederci in questo paese.

Grazie anche a quelli che non sanno distinguere le persone per bene dalle altre.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il merito e l’appartenenza

  1. Paola ha detto:

    Fil, Fil… la trasmissione di ieri sera è stata avvilente!
    Cuffaro, che non potrà più fare danni direttamente in Sicilia
    è però eleggibile al nostro parlamento…
    Sono DISGUSTATA… e la cosa triste è che sicuramente verrà eletto
    perchè sono in tanti a "dovergli qualcosa"…
     
    Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...