Far fuori la concorrenza ( i giudizi di Moravia sugli altri scrittori)

 

 
Pirandello? Uno scrittore con precise categorie mentali, quelle di un professore siciliano dei primi del secolo.
Italo Svevo? Bravissimo, peccato che la sua lingua sia quella di un commerciante di Trieste.
Vittorini? Manca di rigore intelletuale.
Gadda ? Abusa della sua bravura di illusionista della parola.
Pavese? Un letterato fino alla cima dei capelli. Per tutta la vita ha cercato di creare dei miti: le langhe, le colline l’America..Fino al suicidio, che va interpretato come il tentativo di creare un mito nella vita, dopo il fallimento nel tentare di crearlo nella pagina.
Sciascia? Un razionalista la cui ragione sfocia nel mistero.
Manganelli? Un bravo letterato, incapace però di affrontare se stesso, forse per eccessivo pudore.
Landolfi? Belli i suoi racconti, ma manca di respiro, da lui mi aspettavo un romanzo che invece non ha scritto.
 
Questi alcuni dei giudizi espressi da Alberto Moravia nei confronti degli scrittori del suo tempo secondo un interessantissimo articolo di Nello Ajello apparso su “La Repubblica” di giovedì 15 dicembre.
Confermano la scarsa generosità umana di uno scrittore di intelligenza acuminata, molto prolifico, ma quasi sempre arido.
Il fatto che i suoi libri non si leggano più risiede non solo nella sgradevolezza dei suoi personaggi e nella inconsistenza delle sue storie, ma anche nel fatto che è venuto a mancare loro un grandissimo promoter: l’autore stesso.
Molto bravo in vita, tutte le volte che qualcuno gli parlava di un altro scrittore, a ricondurre la conversazione su di se e sulle proprie opere.
Memorabile il modo con cui rispose ad un giornalista che gli chiedeva di commentare il suicidio di Guido Morselli, che si era tolto la vita perchè nessuno voleva pubblicare i suoi libri ( che poi uscirono tutti postumi).
“Ha fatto malissimo. Visto che era ricco poteva fare come me che, a vent’anni feci pubblicare a mie spese ‘Gli indifferenti’

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Far fuori la concorrenza ( i giudizi di Moravia sugli altri scrittori)

  1. Martina ha detto:

    Filippo non è che stai tentando di reincarnarti in qualcuno di questi scrittori per umiliarci nel romanzo??
    sono preoccupata che fine hai fatto mannaggia!!
    ciao e buona serata!
    ah proposito..visto ke non ho ancora nominato nessuno nomino te per il MEME!
    in cosa consiste?
    ecco vai qui ke Nando spiega meglio di me…
    io cmq ho partecipato!

  2. mariangela ha detto:

    …che tipo Moravia eh?
    Passa na bella giornata, tranquilla ma divertente…
    ok?
    Ciao…
     
                       ………………Marian……………….

  3. Micia ha detto:

    Fa a pezzi Pirandello e Svevo che insieme  Leopardi sono i mei preferiti.Un saluto

  4. patrizia ha detto:

    ciao Filippo…ti ho ritrovato da un amica….e son passata volentieri a lasciare il mio saluto…con un sorriso…ciaooooo

  5. Martina ha detto:

    Filippo ero davvero preoccupata …non era un accusa di latitanza…
    e credo ke se leggi anche nei commenti del post precedente nn sono l unica
    a chiedermi dov eri finito…
    cmq io credo di averti "sgamato" e devo dire che se ci  ho beccato hai fatto
    un bel lavoro…
    quello che ti rimprovero un pochino è una cosa sola…perchè non ci metti un po\’ di
    quella bella ironia che usi spesso nel tuo blog…tipo carlo e alice?
    dosata giiustamente dovrebbe starci bene…tu poi ne sei capace:-)
    smack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...