Teoria generale dell’oblio

Uno dei dolori più forti nella vita di Proust fu la morte di colui che probabilmente fu l’amore più grande della sua vita, Alfred Agostinell ( foto a destra) suo segretario e autista, da tutti considerato il modello di Albertine, la protagonista di due dei sette volumi della Recherche, La prigioniera e La fuggitiva.
 
Sia nella sua opera che nelle lettere agli amici Proust, dopo questo evento,  sviluppa, sul tema della morte della persona amata o dell’abbandono, una teoria che battezza "legge generale dell’oblio" : tendiamo a dimenticare velocemente chi non c’è più o se ne è andato non per insensibilità o per mancanza di sentimento, ma perchè la vita ci spinge a guarire dalle nostre sofferenze e ad andare avanti.
 
"Il nostro dolore per le persone che non ci sono più non diminuisce per il fatto che sono morte, ma perchè muoriamo noi stessi.
Al nostro io che stava con la persona amata e che è morto, con la sua perdita se ne è sostituito un altro, che continua a voler bene alla persona amata, ma solo attraverso i racconti dell’io che lo ha preceduto.
Si tratta di un affetto di seconda mano."
 

Come a dire che, perdendo la persona che amiamo, perdiamo anche, inevitabilmente, una parte di noi stessi.
Il rimpianto per quella persona è anche il rimpianto di quella parte di noi che non c’è più e se ne andata con lei.

 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Teoria generale dell’oblio

  1. Paola ha detto:

    Credo che la teoria sia giusta…
    il dolore per la scomparsa di qualcuno che amiamo è sia per la persona in se stessa, ma anche per il rimpianto di quello che avremmo potuto vivere con quella persona….
     
    Paola
     
    PS per la foto sono lusingata!
    Non mi sbilancio sul poter essere alla tua mostra ma fammi avere le date e se la cosa non è proprio impossibile ci faccio volentieri un pensierino…

  2. Paola ha detto:

    Credo che la teoria sia giusta…
    il dolore per la scomparsa di qualcuno che amiamo è sia per la persona in se stessa, ma anche per il rimpianto di quello che avremmo potuto vivere con quella persona….
     
    Paola
     
    PS per la foto sono lusingata!
    Non mi sbilancio sul poter essere alla tua mostra ma fammi avere le date e se la cosa non è proprio impossibile ci faccio volentieri un pensierino…

  3. Martina ha detto:

    si è vero…la teoria non fa una piega…e a volte in certi casi …avendone il coraggio si vorrebbe morire davvero con la persona amata…Certo ci vuole più coraggio a vivere che a morire ma ci sono dei casi in cui continuare a vivere è insopportabile…
     
    Eh Filippo …filippo tutte le volte che ti leggo mi rendo conto che tra qualche anno rileggendomi invidierò me stessa…LA mia piccola cresce a vista d\’ occhio e mi rendo conto che la mia categoria del rito della buonanotte ormai è da rimuovere…E pure sembra ieri che mi sedevo accanto alla mia piccolina a raccontarle le favole- Grazie al cielo per ora è ancora una patatona e adora andare al cinema a vedere i cartoni ma sappi che anche  a lei piacciono tantissimo i documentari… è spesso sintonizzata su animal planet…e sopporta la visione di cose che a me fanno venire i brividi….brrrr
    Eh il romanzo…
    l ho iniziato oggi ma è dura è dura!
    competere con un appassionato di libri e scrittori…uno che mi fa il classico…l\’altra che per diletto scrive romanzi bellissimi…e poi…ci sono io….che non sono ma stata in grado di raccontare una barzelletta…
    Ho iniziato per gioco,,,anche per sostenere l iniziativa di Bruno in cui lo vedo seriamente impegnato…ma ora mi risulta davvero difficile…i miei limiti sono evidenti,,,magari ho in testa una trama…però scrivere è un altra cosa…ben più seria!
    lo prendo come quel che è….un mettersi in gioco…e divertirsi a creare un evento….fosse solo anche per noi 4 gatti.
    un bacio Fil…e grazie di esserci anche quando io proprio non ce la faccio!
    smack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...