Se Mastella diventa il Malaussène della politica ( autocitazione)

 

Mastella, grazie ad un physique du role da democristiano d’altri tempi, e ad una dialettica fatta di arroganza e di candore, di questi tempi è forse un bersaglio ideale, un perfetto capro espiatorio, una sorta di Malaussène.

Ma, mi chiedevo, guardando "Ballarò" l’altra sera: è giusto far credere che sia il principale bersaglio del sentimento di antipolitica che attraversa il paese?
E’ giusto metterlo all’epicentro del terremoto che ha scatenato il Vaffa-day?
Siamo onesti, non è così.
Lui è semplicemnte quello che meglio si presta alle battute.
Lui è il diversivo perfetto.
Ma i problemi veri sono altri.
E’ quello che ha tentato di dire, in chiusura di trasmissione ai politici presenti il bravissimo Gianantonio Stella, autore de "La casta".
"Mi meraviglio – ha detto-  che nessuno di voi accenni minimamente alle vere urgenze: l’abolizione delle province, l’ accorpamento dei comuni".
Silenzio in studio (imbarazzo di tutti, come ogni volta che si parla di ridurre il numero di quelli che campano di politica) . 
Poi bisogna chiudere, c’è una tempistica da rispettare e gran parte del tempo disponibile se n’è andato per parlare dei voli di Mastella….
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Se Mastella diventa il Malaussène della politica ( autocitazione)

  1. Michele ha detto:

    Ciao,
    avevo lasciato un commento al tuo post " Un romanzo sul blog".
    Ma non ho ricevuto risposta forse perché ormai è un post vecchio e non ha visibilità.
    quindi te lo ripubblico qui. Volevo un tuo parere…
     
    Quanto alla Casta… Mastella è uno dei tanti, ma forse è uno dei primi che davvero dovrebbe far festa. Un po\’ per il comportamento, un po\’ per come ci è entrato nella Casta (sul libro citato se non sbaglio c\’è il suo "curriculum"), un po\’ per tutti i soldi che prende fra pensioni, vitalizi, stipendi, indennità e benefits vari, il tutto in rapporto con i risultati ottenuti: governi a rischio, voltafaccia improvvisi, indulto (vabbè votato da 2/3 del parlamento, ma la firma finale era la sua).
    Però sono d\’accordissimo… non è di certo l\’unico e rischia di diventare il capro espiatorio comodo per tutti.
    Inoltre certi problemi nessuno si degna di affrontarli: troppi posti in ballo per i "trombati" come quelli delle Province appunto, che si dice da anni di abolirle e poi… si aumentano !
     
    Ciao

  2. Paola ha detto:

    Sai che mi trovi perfettamente d\’accordo…
    ma è sempre facile, in ogni occasione, trovare un capro espiatorio
    per poter continuare, impuniti, a fare i fattacci proprio!
     
    Paola

  3. marilù ha detto:

    Ti ringrazio  di avermi votata e delle parole di apprezzamento che hai  avuto per il mio scritto. Sono certa che saprai continuarlo egregiamente. In questi giorni sono fuori città e quindi poco presente nel blog ma non mancherò di leggere i "secondi capitoli" che invierete a Bruno.
    A presto

  4. Micia ha detto:

    ci vuole un capro espiatorio sempre e cmq.

  5. Claudia ha detto:

    Ciao Fil.
    Eccomi qua anche da te.
    Son mancata un paio di settimane.
    😛 ora mi toccherà leggere tutti i tuoi post, uno a uno.
    Ce la farò prima di domattina? 😛
    Non riesco a scrivere qualcosa di decente sul tuo post.
    Confesso di essere seriamente negata a commenti politici.
    Se fosse un post su come fare la calzetta 😛 forse riuscirei a dire la mia.
    Vabbè… vado 😛 prima che mi arrivi un ammonimento sul mio scarso impegno politico.
    Un abbraccio forte forte e…. W i vaffa -day 😛
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...