Tolleranza zero

 
 

 
 
Lei: Mi ha appena chiamato Gianna..Sai che mi ha detto?
Lui: No. Ma so che me lo dirai.
Lei: Mi ha detto che il figlio è diventato leghista…
Lui: Ma non voleva entrare in seminario?
Lei: Ma sei rimasto indietro..quello era a Natale dell’anno scorso. A Pasqua invece si era iscritto a Rifondazione.
Lui: E poi cos’è successo?
Lei: Ha subito uno scippo da un paio di extracomunitari: uno zaino con soldi e documenti.
Lui: Embè?
Lei: Dice Gianna che  è andata così: quando è andato in questura per la denuncia gli hanno chiesto che documenti aveva nello zaino. Non appena ha citato la tessera di Rifondazione Comunista, il brigadiere gli ha detto: "Mi sa che quella serve più a loro che a te
 
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in annotazioni personali. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tolleranza zero

  1. Paola ha detto:

    Quando si dice la coerenza…
    ma forse ai giovani è concesso,
    peccato che lo facciano anche i nostri politici!
     
    Un sorriso…
     
    Paola 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...