Gli ingredienti

 
 
Borges dice che ogni opera narrativa racconta sempre una di queste quattro storie: una ricerca, un viaggio,  il sacrificio di un dio, una città sotto assedio.
Alcuni esempi?
 
L’isola del Tesoro? C’è il viaggio, c’è la ricerca, c’è perfino, nell’isola, il vecchio fortino nel quale stanno asserragliati prima i gentiluomini e poi i pirati.
 
I promessi sposi? C’è il viaggio e c’è la ricerca: Renzo e Lucia fuggono dal paesello e passano gran parte del romanzo a cercarsi.
 
L’Iliade? Facile, c’è la città sotto assedio.
 
L’Odissea? Tutto il poema parla della ricerca della strada di casa.
 
I Vangeli? Semplice! Il sacrificio di un dio.
 
Il giochino può andare avanti all’infinito.
Non si scappa, Borges aveva proprio ragione, o c’è un ingrediente o c’è l’altro, o più di uno insieme.
Provate a pensarci.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Gli ingredienti

  1. Valentina ha detto:

    Filippo!!
    Scusa se ti rispondo con estremo ritardo…sono imperdonabile!
    Il lavoro va bene; abbuamo avuto due settimane di formazione non ci ho capito nulla 🙂
    Adesso lavoro con più tranquillità perchè ho acquisito dimestichezza…
    E sto imparando un sacco di cose nuove: usare Sap, maneggiare fatture, contabilità…anche se non faccio la contabilità io, sto imparando a interpretare cose che fino a poco tempo fa erano incomprensibili 🙂 Cmq uso le tre lingue che parlo e quindi sono molto contenta.
    Diciamo che la mia formazione è umanistica e che volevo cambiare un pò…inoltre l\’azienda è di spicco, per cui per me è un\’ottima credenziale.
     
    tu sei tornato dalle ferie?
    Terrò in conto i libri consigliati, e ti dirò che è datempo che voglio leggere Roth, ma mi sono immersa in tutt\’altro, come ben saprai. Al momento sto ultimando un libro che parla di un extraterrestre che visita la terra e riporta tutto ciò che fa e si ride continuamente, perchè l\’autore è molto spiritoso; s\’intitola "Sin noticias de Gurb": Gurb è il compagno di viaggio del protagonista, che non può tornare a casa perchè Gurb è sparito…ti assicuro che si ride a crepapancia, ma non so se esiste una traduzione all\’italiano…già sai come funziona con le case editrici: sempre una questione di investire su libri che vendano e se poi sono in castellano, le scommesse diminuiscono…ti accorgi di quanti libri USA si traducono???
     
    Adesso vado a nanna…
    In attesa di tua risposta ti mando un saluto,
    Vale
     
    PS
    Ma Sandro Veronesi non è un regista????

  2. Micia ha detto:

    sicuramente e\’ vero…Ma per sicurezza mi mettero\’ a pensare al tema di tuuti i racconti che ho letto :)))

  3. Martina ha detto:

     miii quanto tempo che nn passavo!!
    in effetti mi mancavano un po quegli occhioni….
    di Francyyy!
    ovviamonttt!
    invece il boss dice sui fil americani…
    mamma papà bambini…e cane!
    bhe sicuramente nn lo dice solo lui…
    ciao filippooooooooo
    buone vacanze!
    kyz

  4. zibмιѕiα ha detto:

    Anche il libro che sto leggendo attualmente parla di una ricerca. "Il cammino di Santiago" di Coelho. Proprio non mi va giù…
    Credo anche io che Borges avesse ragione, ma infondo perchè? Sarà che gli autori non hanno fantasia???
    Un abbraccio.
     

  5. maria ha detto:

    Interessante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...