Cantarse las verdades

 

Mario Benedetti

Un’amica mi ha segnalato un poeta uruguaiano, Mario Benedetti.

Ho trovato in rete molte sue poesie.

Come immaginava la mia amica, le ho trovate molto belle.

Come questa.

Che descrive quei momenti della nostra vita, in cui riusciamo ( o dovremmo riuscire) a trovare un margine di tempo tra il nostro passato e il nostro presente/futuro per fare un bilancio della nostra vita e "cantare a noi stessi le verità"

 

 Pausa

Ogni tanto bisogna fare
una pausa
contemplarsi
senza l’abitudine quotidiana
esaminare il passato
dato per dato
tappa a tappa
mattonella per mattonella
e non piangersi le menzogne
ma cantarsi le verità.

 

Pausa

De vez en cuando hay que hacer
una pausa
contemplarse a sí mismo
sin la fruición cotidiana
examinar el pasado
rubro por rubro
etapa por etapa
baldosa por baldosa
y no llorarse las mentiras
sino cantarse las verdades.

(Mario Benedetti)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Cantarse las verdades

  1. emma ha detto:

    bellissima e semplice…..come solo chi sa scrivere riesce….
    ciao filippo….ti ho portato il mio nuovo indirizzo….
    per non perdersi….
     
    buona domenica
    emma

  2. laura ha detto:

    ciao Filippo, ti ringrazio per il commento e il consiglio.
    di sicuro non voglio smettere di pedalare o nuotare, scegli la matafora che preferisci, e continuo a crearmi futuri contatti lavorativi, sia lavorando gratis che a volte quando sono più fortunata anche pagata. perchè è incontestabile che sia il contatto ciò che ti introduce nel mondo del lavoro, ciò che ti dà l\’occasione di cui parlavi, anche se fosse in un campo lavorativo in realtà diverso dai tuoi studi, ma che ti dia la possibilità, lavorando sodo, di farlo davvero tuo, di trovare il tuo lavoro.
    nell\’intervento a marco, contestavo però che c\’è un totale divario oramai fra mondo universitario umanistico e lavorativo, sono due cose ormai completamente separate, come se una potesse fare a meno dell\’altra, e anche Giulia ne è una prova . e chi si trova nel mezzo, ovvero i neolaureati alla facoltà di lettere, spesso si trovano chiusi in mezzo. soprattutto quando magari terminano gli studi all\’estero.
    complimenti a tua figlia comunque.
    la poesia? interessante spunto di riflessione, soprattutto gli ultimi due versi. ma forse metricamente non la trovo precisa, ma è un mio gusto personale privilegiare oltre al contenuto, anche l\’impostazione di forma, che è assai raro nei poeti di questo secolo, perchè è una delle vere difficoltà della poesia rispetto alla prosa.
    in realtà finiamo per crogiolarci nelle pause di riflessione,  continuando a rimpiangere il passato o ciò che vorremmo, proprio le menzogne di cui parla il poeta. a presto
      

  3. Mare ha detto:

    Buon giorno e buona domenica Fil..
    Bellissima poesia ..sai che nn sono il tipo di sviolinate , o semplicente cip e ciop…ma trovo questa poesia sublime
    rispecchia molto il mio stile di vita.
     
    e non piangersi le menzognema cantarsi le verità.  Meraviglioso questo verso. credo che cerchero altre poesie di Benedetti.
     
     
    Riguardo alle tue domande , in primis sei carinissimo io Lucia Bose wow , troppo buono, troppo signore.
    Il mio ragazzo ha 19 anni a Giugno..e\’ il secondo DELLE MIE CREAZIONI..
    la prima una Femmina e che femmina , mi da piu\’ gioie dei tre.
    POI IL TERZO STENDIAMO UN VELO…ahahahaha   sai 14 anni
    fase adolescenziale..nn e\’ ne piccolo ne grande..un ibrido con tutti i presupposti di diventare un Ragazzaccio come Lucia….ahahaha
    PS: grazie del tuo essere presente adoro leggerti…ironico..intelligente
    e pungente quando ci vuole insomma un amico
    ah dimenticavo un bacio smak

  4. Martina ha detto:

    io questa pausa la faccio spesso…specie da quando la radiosveglia si è sintonizzata stranamente
    su radio disk jokey classic…
    non chiedermi sè nazionale o se locale…sta di fatto che tutte le mattine appena trasmette una song dal passato
    ripenso a ciò che succedeva durante in quell anno… a volte sono ricordi simpatici a volte tristissimi e avolte mi pongo
    quesiti…ma alla fine penso sempre la stessa cosa…cè solo un periodo della mia vita che vorrei formattare senza ricordare
    assolutamente nulla….per il resto anche se spesso vivevo un adolescenza tormentata ne combinavo di tutti i colori…
    a volte le ho raccontate anche in blog …
    ma altre ancora sono nella mia memoria e mi spiace soltanto avere tanti anni in più ma non la vita che sto conducendo…
    per ora…:P
    Della motoretta dei tuoi ricordi invece ne abbiamo parlato Venerdì sera con amici e colleghi del Boss…
    io ricordavo invece con molta nostalgia la mitica bicicletta Roma_sport col il freno a pedale che si potevano fare le derapate!!
    un altro ke si è capottato col kawa 9…insomma…
    quanto sono diventata paurosa….:-(
    ciau
     

  5. patrizia ha detto:

    ciao filippo…innanzitto "bella riflessione sulla pausa"….notevole davvero……wow ho visto la foto!!!!! A colpo d\’occhio c\’e\’ davvero una forte somiglianza nell\’espressione, ma forse riguardandola anche in alcuni lineamenti(me la sono guardata x almeno 10 minuti)…è vero mio figlio ha quel modo sarcastico  quasi ironico di guardarti…..fa\’ parte di lui…della sua timidezza che vuol mascherare cosi\’.. Mi ha fatto un effetto bellissimo vedere la foto di Luca sul tuo blog…grazie filippo…….ci sentiamo….un bacione
    p.s………a parte mio figlio complimenti anche a te…proprio un bel ragazzo!!!!!!ma tuo figlio ti somiglia?

  6. tgfuiyd ha detto:

    …beh…c\’è ancora moltissimo da migliorare, e siamo pieni di idee…soltanto che siamo in pochi quindi molte cose sono fatte troppo di fretta etc etc..ora stiamo trovando un pò di collaboratori e riusciamo a respirare…vedremo..

  7. Paola ha detto:

    Hai incuriosito anche me…
    questa poesia è davvero bella!
    E te lo dice una che, solitamente, non ama molto la poesia :-))
     
    Per i fiori e George Clooney…
    sono sincera se anche fosse stato George ma avesse avuto questo atteggiamento
    li avrei restituiti anche a lui!
    Nella mia vita ci sono stati anche uomini davvero belli
    ma è stato solo un caso,
    purtroppo o per fortuna è sempre stato il cervello di un uomo ad affascinarmi…
     
    Un sorriso…
     
    Paola
     
    PS accettatti sicuramente i tuoi fiori e, se posso anche scegliere, che cosa meglio delle profumatissime fresie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...