Buone e cattive compagnie

 

 
 
 
 
Cos’hanno in comune l’amicizia e la lettura?
Tutte e due richiedono volontà di mettersi in comunione con qualcun altro.
 
Il vantaggio dei libri è che non richiedono convenevoli.
 
Nella vita reale capita di andare a cena con amici  e dopo un po’ accorgersi che la serata è noiosa perchè qualcuno racconta storielle che conosciamo già, oppure non siamo in vena e ci assalgono, in un momento poco opportuno, malinconie e preoccupazioni.
Facciamo finta di niente e ridiamo meccanicamente nei momenti topici per non dispiacere ai nostri amici, ma non vediamo l’ora di tornare a casa.
 
Con un libro è diverso. Possiamo aprirlo quando vogliamo e interrompere di botto quando ci stanca.
 
Diceva Proust:
 
Di quel che dice Moliere ridiamo solo nell’esatta misura in cui ci diverte; quando ci annoia non abbiamo paura di assumere un’aria tediata e, quando siamo francamente stufi di stare con lui, lo rimettiamo bruscamente nello scaffale come se non avesse nè genio nè celebrità
 
Forse potremmo dire la stessa cosa della televisone, cioè di un’altra cosa che, come i libri, nutre e/o diverte ( o dovrebbe farlo)
Anche lì quando un programma ci annoia possiamo congedarci da lui senza rimorsi premendo un tasto.
 
Peccato che, nonostante la bassa qualità dei programmi, a volte ci prenda la fascinazione dell’orrore.
Passiamo allora la serata prendendo compulsivamente congedo da tutta una serie di programmi scadenti e insulsi alla vena ricerca di quello in grado di darci qualcosa.
Che puntualmente arriva quando il nostro corpo, più saggio del nostro cervello, è ormai abitato dal sonno.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Buone e cattive compagnie

  1. mariangela ha detto:

    Ciao. sai,
    io…. dipende dal momento…
    ci son momenti che amo stare con gli amici
    gironzolare per il paese…o anche due chiacchiere…
    ma ci son giorni che nn vorrei vedere nessuno e..
    un buon libro, una buona musica
    aaaaaaa…che cosa gradevole eh eh eh
    Passa un buon week end Fil…
    un abbraccio
     
    Marian
     
     
     

  2. patrizia ha detto:

    ….ciao filippo……ogni tanto ti vengo a trovare…molto piacevole leggerti….passo x augurarti un buon fine settimana

  3. Claudia ha detto:

    Ebbene sì, caro Fil, pena scontata!
    Allucinante come esperienza 🙂
    allucinante perchè ti rendi conto che alcune persone
    hanno talmente così pochi problemi ( beati loro )
    da dover rompere gli attributi agli altri.
    😉 Questo succede perchè attributi loro non ne hanno.
    Grazie con tutto il cuore per esser venuto a trovarmi anche altrove.
     
    Sai, son pochi i libri che ho sbatacchiato al muro delusa per averli comprati.
    Di solito ci azzecco sempre.
    Solo un paio sono stati " mandati al rogo"
    ed erano libri "sciocchi" comprati al mare, in ferie.
    Non era questo che volevi dire, lo so.
    Mi è venuto questo pensiero, così.
    Ti dico un\’ altra cosa.
    Ci son letture che devo sospendere solo per l\’ ora tarda
    e, sicuramente, a malincuore
    altrimenti non vorrei mai staccarmi da essi
    quando, purtroppo, mi rendo conto che è l\’ ora.
    Un\’ altra cosa che non so se capita anche a te:
    ci son dei libri che leggo e nei quali mi proietto, come vivendo in essi,
    la cui fine mi lascia un gran dispiacere,
    come se mi venissero a mancare degli affetti costruiti durante la lettura stessa.
    Mi affeziono ai personaggi, diventano parte di me come se fossero nuovi amici
    e quando chiudo un libro sulla parola FINE,
    mi viene a mancare qualcosa, come un\’ amicizia interrotta.
     
    Grazie ancora per la tua presenza, Fil.
    🙂 Un abbraccio.
     
     

  4. Mare ha detto:

    Con un libro è diverso. Possiamo aprirlo quando vogliamo e interrompere di botto quando ci stanca.
    Mai parole piu giuste..ridere o piangere senza dare spiegazioni…emozionarci oppure fare le ore piccole per finirlo…ma alla fine ci ha dato qualcosa ci ha arrichito , non so  con quante possiamo fare cosi
    Buon fine settimana e un baciotto

  5. giovanna ha detto:

    Leggere è bellissimo   io sono un topo di bibblioteca ma ci estranea
    siamo solo te e il libro  la tv  può accumunare  risate e sensazioni conme un bel film
    ma stare una serata in compagnia di amici giusti  è straordinario
    buona domenica lagunare

  6. zibмιѕiα ha detto:

    Bè allora non ti dispiacerà prendere parte a un gioco in cui sono stata coinvolta…
    Mi spiace Fil ma sei stato nominato! 🙂

  7. Valentina ha detto:

    Ciao…faccio il post sui libri non appena ho tempo…e forze… :)Riguardo all\’accento, si scrive Cáceres. Lo spagnolo ha delle regole molto percise rigurado gli accenti; infatti le sdrucciole si accentano, come Córdoba, vértigo, política…Ai tuoi amici è piaciuta l\’Extremadura?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...