Marcel e Virginia

A volte, quando ci cimentiamo nel creare qualcosa per dare sfogo alle nostre attitudini, ci soffermiamo a pensare con un certo sgomento a coloro che hanno un talento incommensurabile, anni luce distante dalle nostre piccole abilità.
 
Avendo i piedi saldamente per terra, ci riprendiamo abbastanza in fretta da questo senso di vertigine e cerchiamo di non farcene schiacciare.
 
Ma ad alcuni grandi artisti è accaduto di restare annichiliti e quasi paralizzati di fronte alla grandezza di un collega..
 

 
Virginia Woolf amava talmente Proust da non osare affrontarne la lettura per lunghissimi periodi della sua vita.
 
Scrive di lui ad un amico:
 
Proust stuzzica talmente il mio desiderio di espressione che non riesco quasi a comporre la frase.
Oh se potessi scrivere così!
Com’è riuscito finalmente qualcuno a cristallizzare ciò che è sempre sfuggito e persino a trasformarlo in questa sostanza stupenda e perfettamente duratura?
Si deve posare il libro e restare a bocca aperta.
 
Per parecchi anni abbandona la lettura della Recherche per evitare di essere schiacciata e scoraggiata dalla grandezza dello scrittore che ammira più di ogni altro.
 
Ma  nel 1934, pochi anni prima di morire, scrive ad un amico:
 
Da anni avevo rinunciato a leggere la Recherche, ma l’ho ripresa, al pensiero che potrei morire prima o poi, e …tanto peggio per i miei poveri scarabocchi!
Dio, che libro irrimediabilmente brutto sarà quello che sto scrivendo!
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Marcel e Virginia

  1. patrizia ha detto:

    …ciao ti ho visto da un\’amica e sono passata…complimenti…proprio bello!!!!!!

  2. Martina ha detto:

    lpenso che la letteratura non sia  solo un tuo interesse …
    tu vai a cercare le sfumature quasi come se fossi una guida
    che vuole "entusiasmare" (alla conoscenza) un turista al museo…
    mi successe una cosa del genere quando andai in Grecia…
    questa guida spiegava ed io non ero più lì…ero già nel passato…
    Ciao Filli…
    anche solo dai commenti che lasci si capirebbe quanto ci tienti ai tuoi
    "cuccioli"….:-)
    kyz

  3. patrizia ha detto:

    …grazie del passaggio……..e grazie del consiglio…..ciao….buona domenica…..Patrizia

  4. Giulia ha detto:

    Sempre qualcosa di stimolante nei tuoi post, eh?
    Sempre qualcosa che non so, o che ho dimenticato…
    È questo lo scopo che dovrebbe avere un blog, uno stimolo continuo al sapere.
     
    Per le foto di Paola, vero che sono stupende? e sai cosa mi piace oltre a tutto e che mi ha spinto a chiederle il permesso di usarle (dopo mesi di remore, lo faccio o non lo faccio?)?
    Che non se "la tira" come altri…
    Buona domenica!
    Giulia

  5. veronica ha detto:

    quante volte mi capita di pensare"guarda un po\’ come ho fatto a non pensarci".. oppure mi sorprendo per la profondità di qualcuno che riesce ad esprimere ciò che io penso ma che allo stesso tempo no avrei mai pensato di riuscire a definire..
    mi meraviglio e mi compiaccio osservando collegamenti strampalati o metafore esaltanti di scrittori puntigliosi… la letteratura è un mare di scoperte ma ognuno di noi può perlomeno tentare di confrontasi con questo. Lasciamo da parte le vane speranze di superare una bravura giudicata. sono del parere che si possa trasmettere anche con semplici parole pur non dotate di originalità esaltante come vorremmo.. quello che voglio dire è che ognuno attraverso la penna può costruire qualcosa d\’importante anche se è solo per se stessi

  6. emma ha detto:

    …..si il tempo…c\’è chi pensa che passi in fretta e chi vorrebbe solo farlo passare…..
    io appartengo alla seconda categoria…..
    ma….
    non era del tempo che parlavo….
    era semplicemente di me……
     
    un\’abbraccio
    buona domenica
    emma

  7. Mare ha detto:

    Oggi e\’ stata un\’ altra di quelle giornate in cui la mente diventa un vaso che raccoglie pezzi di vita non mie.I neuroni attingono a riserve sconosciute …..sempre molto belli i tuoi post
    ps  comprero uova  assolutamente si

  8. Valentina ha detto:

    Quando penso alla Wolf mi si riempie il cuore di tristezza.
    Lei che considerava i suoi libri scarbocchi…non ti sembra assurdo?
     
    Lolita procede. Sono rimasta sconvolta per la fine che Nabokov ha fatto fare alla povera Charlotte. Che morte atroce!!!
    In generale, mi sembra un pò lento. Ma scrive meravigliosamente.
     
    Ciao!

  9. Valentina ha detto:

    Quando penso alla Wolf mi si riempie il cuore di tristezza.
    Lei che considerava i suoi libri scarbocchi…non ti sembra assurdo?
     
    Lolita procede. Sono rimasta sconvolta per la fine che Nabokov ha fatto fare alla povera Charlotte. Che morte atroce!!!
    In generale, mi sembra un pò lento. Ma scrive meravigliosamente.
     
    Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...