Calimero e John Wayne

 
 

Anch’io ricordo con affetto Carosello, come molti altri bloggers, dei quali ho letto i post in questi giorni.
 
Anche se la frase " a nanna dopo Carosello" non è mai entrata in casa mia.
 
La televisione l’avemmo tra i primi, tanto è vero che ricordo le persone che venivano da noi a vederla ( la signorina del piano di sotto, la moglie del colonnello collega di papà, e così via con infinite varianti, ma con gruppi sempre nutriti, al punto che la metà di loro si portava le sedie da casa).
 

Noi bambini restavamo anche dopo Carosello.
Mi piacevano soprattutto i film western.
 
Condividevo con mio padre la passione per John Wayne.
 
Il ricordo che ho di quegli anni è anche quello della mattina, quando, ripensavo alla sera prima e  mi rendevo conto che avevo perso le battute finali di un film, perchè mia madre, accorgendosi che ero crollato nel sonno, mi aveva preso e portato a letto, spogliandomi senza svegliarmi.
 
Allora, invece che ringraziarla per la sua infinita amorevolezza, la investivo di rampogne per non avermi svegliato consentendomi di vedere la fine del film.
 
Che tempi bellissimi! ( peccato non saperlo allora che quelli erano i migliori anni della nostra vita, insieme con quelli dell’infanzia dei nostri figli).
 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Calimero e John Wayne

  1. tgfuiyd ha detto:

    proponi l\’emigrazione come unica vera e possibile opportunità di realizzazione personale? eh caro mio, è la cosa che pensano molti miei coetanei e forse anch\’io(complice anche la situazione socio-economica-culturale della nostra tantoamata isoletta)!!!!
     
    PS – secondo te perchè trovo così tanti siciliani che scrivono cose tanto interessanti?
     

  2. Paola ha detto:

    Lo pensavo anch\’io oggi… mentre scrivevo del Carnevale…
    Che tempi felici… eppure non ce ne rendevamo neppure conto!
    La cosa triste è che temo che i bambini di oggi non siano felici come lo siamo stati noi,
    che non sappiano più stupirsi per un nulla…
     
    Un sorriso…
     
    Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...